fbpx
Home Lago di Como Le due panchine di Naro – Alto Lario

Le due panchine di Naro – Alto Lario

by Luca

Nell’ ultimo post (ti lascio il link alla fine della pagina) ti avevo menzionato del fatto che avrei voluto introdurre un nuovo tipo di articolo da pubblicare su questo blog, articoli relativi a piccoli posti magici sparpagliati qua e là lungo le sponde del Lago di Como, piccoli punti di osservazione o semplicemente piccoli luoghi dove rilassarsi e staccare la spina per qualche minuto. Ebbene, questo è il primo articolo della serie.

Buona lettura.

Le due panchine di Naro in Alto Lario

A volte sul web vedi foto del Lago di Como che sembrano incredibili, sono talmente belle da togliere il fiato. Talmente belle che vorresti essere lì, in quel preciso momento.

Sono affascinanti non tanto per la tecnica con le quali sono state scattate, per l’attrezzatura usata o per il lavoro di “post-produzione” necessario per renderle tali. Sono belle soprattutto grazie al luogo dalle quali sono state scattate, oltre che all’ occhio di chi le ha scattate ben s’ intende.

Il Lago di Como è pieno di punti di osservazione e luoghi “segreti”, sconosciuti ai più solo perché non si trovano in località famose e a volte sono raggiungibili solo a piedi.

Uno di questi punti di vista magnifici, comodo da raggiungere se ti trovi in Alto Lario sulla sponda occidentale del Lago di Como e da dove è stata scattata la foto che vedi all’inizio di questa pagina, si trova in località Naro, lungo la strada che dal comune di Peglio (CO) porta a Santa Croce.

Vista su Bellagio

Una vista spettacolare sul Lago di Como

Balcone panoramico sull’ Alto Lago di Como

A volte quando sono a Livo ed ho voglia di un po’ di silenzio, quando voglio semplicemente staccare la spina per qualche decina di minuti, spengo il telefono, mi incammino e raggiungo “le due panchine”.

Un piccolo balcone sul Lago di Como dove diverso tempo fa sono state posizionate due panchine di legno, dopo aver adeguatamente ripulito il luogo dalle erbacce e dalle sterpaglie che ne ostruivano la vista.

E qui, a pochi passi dalla turistica Gravedona, puoi ammirare in tutta la sua bellezza e maestosità la parte nord del Lago di Como. Da questo punto di osservazione, guardando a sud in direzione Bellagio, alla tua sinistra, sulla sponda orientale puoi osservare in lontananza posti come il piccolo Laghetto di Piona con la relativa Abbazia Cistercense di Santa Maria di Piona, la penisola sopra la quale sorge il comune di Dervio, il Comune di Varenna e, se la visibilità lo consente Bellagio, la “Perla del Lago di Como”.

Sulla sponda opposta, quella occidentale, esattamente sotto di te trovi il paese di Gravedona, meta turistica amata da turisti stranieri e non solo; proseguendo con l’ occhio verso sud puoi poi incontrare il comune di Dongo con le sue lunghe spiagge amate da turisti in cerca di relax e dagli amanti del Kitesurf, per finire con Cremia, paese situato in linea d’ aria di fronte al comune di Dervio che ti ho menzionato poco fa.

Dongo Dervio e Cremia, spot perfetti per windsurf e kitesurf

Il Kitesurfer Daniel Fritz a Dervio

@daniel.fritz_

La linea immaginaria Dervio-Cremia è particolarmente famosa agli amanti degli sport a vela quali windsurf, kitesurf e barca a vela per la presenza quasi costante della Breva, vento tipico del luogo che soffia durante gran parte dell’ anno.

La foto che vedi qui sopra è stata scattata al kitesurfer Daniel Fritz (@daniel.fritz_ su Instagram) durante una sua uscita proprio nello spot di Dervio.

Sempre in ambito sport a vela ed in particolare di kitesurf, merita sicuramente una menzione lo “spot” del Lido di Dongo dal quale è possibile lanciare i propri kite in tutta tranquillità e nel rispetto della legge. Su molte spiagge del lago per motivi di sicurezza non è difatti consentito lanciare ali da kitesurf.

Come raggiungere “le due panchine”

Se ti trovi a passare sulla sponda occidentale dell’ Alto Lario e vuoi spendere qualche minuto ad ammirare il Lago di Como da questo punto panoramico, di seguito trovi le indicazioni per raggiugerlo.

Raggiungi il comune di Gravedona ed anziché scendere verso il lungolago, Sali verso le montagne seguendo le indicazioni per Livo-Dosso del Liro. Dopo circa una decina di minuti di tornanti, arrivato al bivio Dosso del Liro-Livo, tieni la destra per Livo. Entra nel comune di Peglio, segui la strada principale lasciandoti alla tua destra la grossa Chiesa principale fino a raggiungere una seconda chiesa, molto più piccola, situata sul lato sinistro della strada.

Esattamente sul lato opposto della Chiesa troverai una piccola stradina che sembra tornare verso il lago. Imboccala e parcheggia pure l’ automobile nello spiazzo sterrato antistante il centro polifunzionale di Peglio. Da qui seguendo la strada asfaltata, goditi una passeggiata di poco più 10 minuti che porta alle due panchine. Non puoi sbagliare, non puoi perderti 😛

A mio avviso il periodo più bello per ammirare il panorama da qui è quello primaverile e quello autunnale. D’ estate il rischio è che l’ afa e la foschia ti impediscano di godere appieno del panorama.

Se ti interessa leggerlo, il post di introduzione a questa nuova serie di articoli lo trovi qui: Piccoli luoghi magici del Lago di Como

Noi ci si legge presto

Luca

Articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento